Don Matteo.

Giovedì 10 gennaio 2014, il celebre sacerdote televisivo ha cambiato Diocesi trasferendosi nell’Arcivescovato di Spoleto… Dopo lo spostamento delle riprese da Gubbio alla Città di Spoleto, Don Matteo, la celebre Fiction televisiva di Rai 1 produtta da Lux Vide della Famiglia Bernabei, è ripartita il 10 gennaio e sta riscuotendo enormi consensi di pubblico.

Piazza Duomo - Set principale della Fiction
Piazza Duomo – set principale della Scena
Ascolti I puntata del debutto – 10 gennaio 2013
8.759 mila telespettatori per il 29,66% di share e 8.890 mila spettatori con il 33,13% e una media 8.460 mila pari al 31,05% di share, segnado il miglior debutto di serie di sempre (dal 2000 per le complessive 9 edizioni). Il picco massimo di 9.290 mila si è avuto per il secondo episodio e con chiusura al 42%.

Ascolti II puntata – 16 gennaio 2013
8.091mila telespettatori per il 27,9% di share; 7.679mila e 30,9% di share nel secondo episodio.

Ascolti III puntata – 23 gennaio 2013
8.311mila telespettatori e share del 28.2% e 7.441mila e share del 29.8%.

Dati record per una fiction di antico corso resistente al tempo, essendo alla nona edizione che ha riportato l’interesse dal 26 ad oltre il 31% di share.

Tredici saranno gli appuntamenti settimanali con la fiction per ventisei episodi, che andranno in onda tutti i giovedì.

Le scene degli esterni sono state quasi tutte girate nella Città di Spoleto, mentre gli interni sono stati ripresi a Roma.

La fiction è stata accolta con molto calore in città. Per la prima tv erano stati predisposti dei maxi schermi, il principale nei pressi del Teatro del Chiostro di San Nicolò di Spoleto che ha visto la partecipazione di circa 250 persone, tra comparse, figuranti, e autorità.

Durante le riprese severamente private ed esclusicve si sono verificati molti episodi di diversi contenuti molto spesso comici. Tra i più curiosi, il dialogo imprevisto tra la celebre fiction e la storica Mille Miglia, cha abbiamo come video esclusivo e pubblicheremo nel più breve tempo possibile. Prossimamente su CANTATADACAMERA TV.

Note sulla fiction.
Al di là del successo fornito dallo share dei telespettatori ci interessava recensire la nuova serie dal punto di vista tecnico. Complessivamente rileviamo un buonissimo lavoro da parte dei tecnici che hanno ripreso e montato in maniera ineccepibile. Per quanto riguarda la scenografia con gli scorci sulla Città del Festival dobbiamo dire che le immagini parlano di per se stesse. Per quanto riguarda la narrazione degli episodi rileviamo una semplicità della trama, ma visto il pubblico al quale è diretto, diciamo che è in linea con gli intenti della fiction. Notiamo però nel filo del discorso alcuni salti logici, guizzi narrativi che lasciano sospettare in interventi di suggeritori più indigeni. Queste sorprese narrative magari, insieme alle scene della cittadina umbra sono il segreto del successo televisivo. Ci sono comunque delle considerazioni che possono essere riviste, magari in futuro se la collaborazione continuerà con la Città di Spoleto, riguardo ad alcuni aspetti che rgurdano la città stessa. Ci riferiamo soprattutto al mezzo di trasporto utilizzato dal Reverendo che in Spoleto centro è praticamente incompatibile. Lascia più pensare agli scenari padani dell’altro celebre filmato Peppone e Don Camillo, ad esempio. Un’altro non-lieu che spicca da un’analisi di un locale potrebbe essere l’inconsistenza da parte delle forze dell’ordine di fatti eccezionalmente di sangue tanto Spoleto è una cittadina tranquilla… Alra positiva sorpresa per il ruoli di alcuni comprimari presi sul posto che hanno dignitosamente brillato nel contesto degli attori principali.

Scheda tecnica del Film “Don Matteo 9”
Italia 2014
Produzione: Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction;
Regia: Monica Vullo, Luca Ribuoli, Jan Michelini;
Sceneggiatura: alessandro bencivenni, Enrico Oldoini, Domenico Saverni; collaboratori Alessandro Jacchia, Alessandra Caneva; adattamento del soggetto Mario Ruggeri, Carlo Mazzotta, Umberto Gnoli, Elena Bucaccio;
Interpreti: Terence Hill, Nino Frassica, Simone Montedoro, Giorgia Surina, Nadir Caselli, Andres Gil, Laura Glavan;
Trasmesso su RAI1
Durata: 90′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *