Il grande Dragone della formazione nell’Arte.

 Su invito del Presidente dello Spoleto Festival Art Luca Filipponi con grande esclusiva ho l’onore di presentare e intervistare un grandissimo personaggio dell’Arte.

Xu Yongmin - Visita alla Biblioteca di Spoleto
Xu Yongmin – Visita alla Biblioteca di Spoleto

Il merito va anche al Maestro di Pitttura Ma Lin attivissimo in Italia per diffondere e propagare l’Arte con continui scambi tra i due Paesi Italia e Cina.

Mi trovo dunque ad una colazione formativa in cui al tavolo abbiamo nientemeno il Presidente di una delle principali accademie dell’Asia.

Si tratta del Presidente dell’Hubei Institute of Fine Arts, Xu Yongmin.
Giovane, tratti del volto non marcatamemte asiatici, sembrando quasi occidentali, nello stringere la mano di una tale personalità e artista, mi vengono nella mente i luoghi leggendari della Cina. La città di Wuhan la più popolosa città della Cina centrale (Repubblica popolare cinese) con 9mil. di abitanti. Chicago della Cina tra il Fiume Azzurro Yangzi (il fiume più lungo dell’Asia e quarto per lunghezza al mondo, segna il confine tra la Cina meridionale e quella settentrionale) e il Fiume Han,
famosa per la Pagoda della gru gialla (223) che si eleva sul Monte Sheshan (Collina del Serpente). Il poeta Cui Hao (dinastia Tang) descrisse la costruzione (VIII secolo) in un suo poema tanto che divenne la costruzione più celebrata nella Cina meridionale. Wuhan fu famossissima come centro per le arti, poesia e studi intellettuali.

Il Preseidente Xu Yongmin professore e famosissimo Maestro, ci ha riassunto le principali informazioni per la prestigiosissima istituzione. L’Hubei Institute oggi è l’Accademia di Pittura cinese tra le più importanti. Con i suoi 7.000 studenti, tra i 1.000 e 2.000 nuovi inscritti ogni anno (sulle 9.000 richieste di ingresso), le durissime selezioni, è un istituto di elevatissima preparazione artistico professionale, teorico e pratico. Chi esce oggi da questa Accademia possiede una formazione enorme, contemplando non solo una minuziosa conoscenza della Pittura dell’Asia ma anche e soprattutto di quella Occidentale a partire dal Rinascimento fino all’ultimo contemporaneo. Nata nel 1920 come Wuchang Art School ha attraversato i destini della politica, per questo si possono tracciare tre fasi, quella iniziale della fondazione in cui prevale la tecnica nazionale,
il periodo (1954-1976) della dominazione del Presidente Mao Zedong (1893 – 1976) in cui vi fu un profondo impoverimento culturale, e l’ultimo dal 1977 ai nostri giorni a partire da Deng Xiao Pingin, in cui si sperimenta il massimo splendore. Xu si inscrive proprio nel 1977 nel periodo più difficile, selezionato nei 30 su 9.000 richieste. Da venti anni è il direttore di questo prestigioso instituto.

Grande e riconosciuto Maestro predilige il figurativo e il ritratto. Abbiamo la notizia che con grande probabilità firmerà la prossima copertina del catalogo dell’expo di Spoleto Festival Art.

La Pittura occidentale è diffusamente amata in Cina e vista come valore fondamentale delle Arti visuali, specialmente la Pittura Italiana a partire dal Rinascimento: un’onorevole, saggia e generosa risposta alla scontatissima domanda su qual’è l’interesse dell’Arte occidentale in Cina.

Dragon Education in Arts. -ENGLISH VERSION-

by Jacopo Feliciani
At the invitation of the President of the Spoleto Festival Art Luca Filipponi with great exclusive I have the honor of presenting and interviewing a great Art character.
The credit also goes to the Master of Pitttura Ma Lin active in Italy to propagate Art by continuous exchanges between two vocated Countries, Italy and China.

I find in a formative breakfast at the table where we had president of a major Asian Academies for Art.

He is the President of Hubei Academy, Master Xu Yongmin.
Young, traits not marcatamemte Asian face, looking almost Western, in shake hands with such a personality and an artist, I come in the mind of the most famous legendary sites in China. The city of Wuhan the most populous city in central China (PRC) with 9mil. of people living there. Chicago China between the Yangtze River Yangzi (the longest river in Asia and the fourth longest in the world, forms the border between the southern and northern China) and the Han River,
famous for Pagoda yellow crane (223) which rises on Mount Sheshan (Snake Hill). The poet Cui Hao (Tang Dynasty) described the construction (eighth century) in his poem so that it became the most celebrated building in southern China. Wuhan was famous as a center for the arts, poetry and intellectual studies.

The Preseidente Xu Yongmin professor and famous Master, he summarized the key information for the prestigious institution. The Hubei Institute is one of the most important Academy of Painting in China. With its 7,000 students, between 1,000 and 2,000 new inscribed each year (on 9,000 incoming requests), the severe selections, it is an institution of high professional artistic training, theoretical and practical. Who comes out today from this Academy has a huge training, contemplating not only a thorough knowledge of Asian painting but also of the West since the Renaissance until the last contemporary. Founded in 1920 as Wuchang Art School went through the destinies of politics, for this can be traced three phases, the initial foundation in which the national technical prevails, the period (1954-1976) of the domination of the Chairman Mao Zedong (1893 – 1976) in which there was a deep cultural impoverishment, and the last from 1977 to the present day from Deng Xiao Pingin, where one experiences its peak . Xu was inscribed precisely in 1977 in the most difficult period, in the 30 selected out of 9,000 requests. Twenty years is the director of this prestigious institute.

Large and recognized Master prefers the figurative and portrait. We have the news that most likely will sign the next cover of the catalog of the expo Spoleto Festival Art.

Western Painting is widely loved in China and seen as a fundamental value of the visual arts, especially the Italian painting since the Renaissance: an honorable, wise and generous response to question about what the Western art interest in China.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *