Le Terapie artistiche dell’Ospedale San Matteo.

Spoleto, 20 ottobre 2011 ore 17:00.

Ospedale San Matteo degli infermi.Un’idea non solo artistica, ma anche terapeutica quella di portare l’Arte direttamente in Ospedale.

Al Centro espositivo situato all’ingresso principale dell’Ospedale di Spoleto sono allestite con un ritmo sostenuto una selezione di artisti di notevole interesse. Dopo il Cubismo Futurista di William Tode è la volta della pittura di introspezione filosofica di Valerio Giuffrè che sta allietando i pazienti dell’Ospedale con la vivacità e brillantezza dei suoi colori astratti. Una pittura essenzialmente terapeutica che si sposa a pennello con un ambiente visto solo come luogo per curare le malattie. In esposizione ci sono prevanlentemente le “Sole d’artista” di Giuffè, la “No art” come ama definirla il Pittore, Medico e Filosofo, sostenuta anche dall’Editore Cotrunei. La dedizione completa alla Filosofia, all’idea più che alla materialità, allo Spirito più che alla realizzazione Politica, porta fino al punto di annullare completamente l’Opera artistica che rinasce dal suo etere in assenza di condizionamenti. Quanto vale la “No art”? Qual’è la quotazione di mercato, chiede Stefania che segue la mostra di Giuffrè… Valerio risponde che dipende da chi la domanda, dal suo grado artistico , dall’apprezzamento che mostra, da ciò che ha capito dell’opera artisitca.

L’Esposizione è organizzata da CREEL Spoleto nella persona di Stefania Montori, in collaborazione con L’Ospedale San Matteo ed inserita nel programma di SPOLETOFESTIVALART 2011 del Presidene Luca Filipponi.

Guarda il video su CANTATADACAMERA.

3 risposte a “Le Terapie artistiche dell’Ospedale San Matteo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *