Luna Rossa di Pasqua 2015.

Dopo la Panstarrs C/2011 L4: la Cometa di Pasqua dello scorso anno, il giorno 4 aprile 2015, alle ore 11:00-17:00 la Terra si interporrà tra Sole e Luna e si renderà visibile in America occidentale, con Luna calante e nell’Estremo oriente, Pacifico e Oceania con Luna crescente.

La Luna Rosa a Porta San Matteo di Spoleto
La Luna Rosa

In Europa avremo un’eclissi totale -Plunilunio- ma sarà visibile solo con i telescopi perchè cadrà in piena luce solare.
Il fenomeno è conosciuto con il termine di Luna rossa o Blood Moon.
La Luna si muoverà nell’ombra proiettata sulla sua superficie dall’interposizione della Terra ai raggi solari, e l’atmosfera terrestre conferirà una colorazione rossastra, la densità atmosferica terrestre tratterrà le frequenze dal verde al viola e farà passare le rosse.
Il fenomeno si potrà osservare in streaming ai seguenti links:
Canale Nasa;
Telescopio virtuale.
La prossima eclissi lunare è prevista per il prossimo 28 settembre 2015.

Regole fondamentali di sicurezza: non è troppo pericolosa per l’occhio nudo anche se è sempre consigliabile stare sempre all’erta se si utilizzano lenti o sistemi di ingrandimento.

Per le riprese fotografiche della ‘Luna Rossa’ è indicato un normale adattatore astrofotografico con proiezione dell’oculare allacciato direttamente on camera, saltando l’ottica per ottenere minore distorsione possibile dell’immagine.
Non ci sono particolari pericoli per macchina e fotografo, anche se è buona norma fare sempre attenzione. Il tempo di ripresa per le riprese della Luna non è troppo rilevante essendo un fenomeno lento nell’evoluzione.
Le indicazioni per la fotografia analogica sono le stesse che per la digitale.
Per l’analogica si consiglia una pellicola con la sensibilità di 100 Asa, mentre per la digitale si consiglia di utilizzare varie sensibilità in modo di valutare successivamente a schermo e selezionare le migliori.
In linea di massima, i valori di esposizione sono i seguenti: Iso 100 Apertura diaframma F8 tempo di esposizione 1/250.
Utilizzando l’esposimetro della fotocamera è consigliato di sottoesporre di uno o due stop, e comunque verificare che le zone più chiare non siano mai bruciate. E’ meglio alzare i valori Iso per ottenere una foto con contrasti meno spinti.
Per i cultori del selfie è possibile anche prendere la Luna rossa con il cellulare o con lo smartphone acquistando un apposito adattatore astronomico. Anche per le compatte che hanno l’opzione modalità manuale e l’adattatore astronomico si seguono i consigli dati per le reflex (anche se la qualità sarà sicuramente inferiore visti i limiti dimensionali dei sensori).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *