Sculture in Città: 1962 +50.

La quinta edizione del Festival dei due Mondi (1962) vede l’avvio di un’iniziativa ad opera di Giovanni Carandente – avallata con entusiasmo, ma con non poca preoccupazione da Gian Carlo Menotti per trovare la copertura finanziaria – che fu intitolata “Sculture in Città”.Palazzo CollicolaUna esposizione temporanea di sculture contemporanee di un certo interesse, dei Maestri del dopoguerra, negli spazi esterni della Città di Spoleto, in modo da coniugare la bellezza antica e quella moderna. Nel pieno rispetto artistico per il Patrimonio Storico e artistico della Città, vengono sistemate 53 opere monumentali di scultori di tutto il mondo grazie alla collaborazione dell’Architetto Zanmatti.

Sculture in Città 1962, titoli e artisti che sono ancora presenti in Città:
Alexander Calder – Teodelapio, 1962 – Stazione di Spoleto – Con 18 metri d’altezza, è la più grande scultura d’acciaio al mondo;
Lynn Chadwick – Strange III, Le figure alate 1962 – Piazza del Duomo;
Nino Franchina – Cancello – ingresso della casa di Carandente;
Beverly Pepper – Il dono di Icaro, 1962 – in ferro e acciaio;
Pietro Consagra – Colloquio Spoletino, 1962 –
Arnaldo Pomodoro – Colonna del Viaggiatore, 1962 – alta 6 metri in acciaio.

e tutti gli altri:
Kenneth Armitage, Hans Arp, Kengjiro Azuma, André Bloc, Eugenio Carmi, Eduardo Chillada, Ettore Colla, Costas Coulentianos, Harold B. Cousins, Wessel Couzijin, Dusan Dzamonja, Kosso Eloul, Herbert Ferber, Lucio Fontana, Franco Garelli, Quinto Ghermandi, Emilio Gilioli, Shamai Haber, Otto Herbert Hajek, Rudolf Hoflehner, Robert Jacobsen, Berto Lardera, Henri Laurens, Leoncillo Leonardi, Jacques Lipton, Seymour Lipton, Carlo Lorenzetti, Giacomo Manzù, Marino Marini, Etienne Martin, Umberto Mastroianni, Luciano Minguzzi, MirKo, Henry Moore, Eduardo Paolozzi, Alicia Penalba, Beverly Pepper, Augusto Perez, Arnaldo Pomodoro, Germaine Richier, James Rosati, Pablo Serrano, David Smith (Teatro Romano), Francesco Somaini, Drago Trsar, Alberto Viani, Fritz Wotruba, Ossip Zadkine.

Per rimembrare la prima prestigiosa edizione di Sculture in città a 50 anni di distanza dall’evento, inaugurata -alla presenza dell’Assessore alla Cultura Vincenzo Cerami e del Presidente del Festival Giorgio Ferrara- sabato 23 giugno 2012 la Rassegna “+50 Sculture in città” tra memoria (1962) e presente (2012). +50 è stato realizzato e curato da Gianluca Marziani, Direttore artistico di Palazzo Collicola.
Conferenza stampa
Con oltre 500 opere che ricordano la passata edizione 1962 e fanno conoscere la scultura contemporanea in nuove forme espressive.

Sculture in Città +50 – 2012
Dario Ghibaudo -Tappeti sacri- Piazza del Comune
Sergio Ragalzi -Insetti
Antonella Zazzera -Intrecci in rame- Palazzo Collicola
Angelo Bucarelli -Corso Mazzini
Michele Ciribifera -Liceo Artistico “Leoncillo Leonardi” + area davanti al Teatro Nuovo
Mauro Cuppone -Complesso di San Nicolò
Raul Gabriel -Cube- Via Filitteria

Raul Gabriel
Cube by Raul Gabriel

Marcello Maugeri -Piazza Fontana
Franco Menicagli -Piazza della Genga
Carlo Moggia -Giardini Viale Matteotti
Matteo Peretti -Largo Muzio Clementi
Alessandra Pierelli -Complesso San Nicolò
Andrea Pinchi & Cristiano Carotti -Piazza della Libertà
Alex Pinna -Sculture in corda annodata- Fontana di Piazza del Mercato
Oliviero Rainaldi – Via Minervio

Negli spazi interni:
Jeffrey Isaac e Karpüseeler alla Rocca Albornoziana, Gehard Demetz alla Casa Romana, Affiliati Peducci-Savini al Museo del Tessuto e del Costume, Adrian Tranquilli alla ex Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, Franco Troiani alla ex Chiesa di San Carlo Borromeo, Umberto Cavenago alla Chiesetta Madonna del Pozzo, Michele Manzini alla Cupola “Spoletoshere”, Gaetano Bodanza al Complesso di San Nicolò, Mario Consiglio, Dario Ghibaudo, Peppe Perone, Maurizio Savini al Palazzo Comunale, Lucio Perone al Palazzo Comunale e allo Spazio in Via Saffi, Silvano Tessarollo a Palazzo Mauri (Biblioteca Comunale).

Le Mostre di Palazzo Collicola ospitano l’antologica di Robert Gligorov al Piano Mostre, le sculture di Michelangelo Galliani al Piano Nobile, le installazioni di Giovanni Albanese al Piano Mostre, Fausto Delle Chiaie Galleria al Piano Mostre, e i giovani emergenti al Collicolab -Graziano Carotti, Kindergarten & David Pompili, Fabio Mattei, Vincenzo Marsiglia, Cristiano Petrucci, Renato Rubini & Enatalem Zeleke – piano seminterrato accanto alla Sala Stampa dello Spoleto 55.

“Cellotex” Bibliothèque d’un amateur di Alberto Burri con una completa selezione dei libri (1981-2012) di Richard Prince (1949 Panama Canal Zone) fotografo Usa della più alta quotazione.
Esposizione Fotografica
Si può tornare a visitare le sculture di Arnaldo Pomodoro e Pietro Consagra nei luoghi in cui erano nella edizione 1962.

Altre mostre indipendenti sono in città tra le quali va segnalata quella della Pittrice Anna Sticco, “Callas 35”, una personale alla Galleria Duomo di Giorgio Dotto De Daoli al Palazzo Zacchei-Travaglini in Via Filitteria 14. La Mostra riguarda la collezione dedicata al Soprano assoluto Maria Callas per il 35 anni dalla scomparsa. Sono previste importanti eventi collaterali tra cui convegni e concerti.
Callas 35 - Mostra di Anna SticcoDopo la separazione Vittorio Sgarbi – Comune di Spoleto – Spoleto 55, il Critico sta organizzando “Spoleto Arte”, degli eventi collaterali che avranno avvio il 30 giugno 2012. Una competizione che andrà tutto a favore dell’arte, con la proposta dei seguenti artisti: Michail Misha Dolgopolov, Gillo Dorfles, Monica Marioni, Patrizio Mugnaini, Fausto Pirandello, Piermaria Leandro Romani, Maria Savino e Franco Vitelli.

Non è mancata una provocazione di un Artista molisano, che vive nella immeidata periferia di Spoleto, Mauro Angelone, che escluso dal magnificente evento, previo pagamento della tassa di occupazione di suolo pubblico, ha sistemato la sua installazione davanti all’ingresso di Palazzo Collicola, proprio nel momento dell’inaugurazione. Il soggetto una bambola stile mare con ombrellone e sdraio.

Per informazioni:
Palazzo Collicola
Piazza Collicola, 1 Spoleto (Pg)
Telefono +39 0743 46434
Direzione Cultura e Turismo Comune di Spoleto
Telefono +39 0743 218620
Orari: 10:00-13:00 e 15:30-19:00 -Turno di chiusura martedì – dal 23 giugno al 28 ottobre 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *