Spoleto Arte 2012: Edizione I

Sabato 30 giugno 2012, alle ore 12 e 30 è stata inaugurata, in grande stile, una mostra che pare porsi come antagonista delle prestigiose Realtà spoletine, dopo la separazione ufficiale di Sgarbi con Comune e Festival.

Vittorio - Spoleto Arte
Katia Ricciarelli allo Spoleto Arte 2012 – Edizione I

Una conferenza stampa animatissima da un Vittorio Sganrbi in gran forma e con colpo di scena per una “Fellatio” dell’artista russo Michail Misha Dolgopov il cui soggetto doveva essere l’ex Premier”, all’insaputa degli organizzatori. La censura dell’opera con un velo ha scatenato le reazioni dell’artista che minacciava l’uscita di scena. Sgarbi ha replicato con una considerazione storica per cui la censura non ha mai causato catastrofi all’artista, anzi lo hanno reso più poppolare.
Nel pieno degrado morale del Secolo non verremmo certo affascinati da tali eventi ‘scabrosi’ all’ordine del giorno. Della Spoleto Arte l’interessante è la qualità degli artisti, a cominciare dal giovanotto di 103 anni Maestro Dorfles e proseguire fino a Pirandello, Pesce e Savino, per un totale di 10 artisti: Fausto Pirandello, Gaetano Pesce, Gillo Dorfles, Michail Misha Dolgopolov, Maria Savino, Piermaria Leandro Romani, Patrizio Mugnaini, Franco Vitelli.
All’esposizioni sono passati moltissimi nomi dell’arte e della cultura come il Critico Philippe Daverio, il Soprano Katia Ricciarelli. Sgarbi insomma si conferma enorme organizzatore di eventi di grande portata ed interesse proponendo artisti qualificati e smuovendo l’interesse degli appassionati dell’arte.
L’impegno di Sgarbi sembra non essere di breve periodo perchè sembrerebbe intenzionato a creare un apposito evento con ciclicità annuale per portare l’Arte nelle sue espressioni migliori e più contemporanee a Spoleto.

Galleria fotografica.

2 risposte a “Spoleto Arte 2012: Edizione I”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *