SpoletoInternationalArtFair: IV appuntamento con l’Arte.

Spoleto, sabato 27 aprile 2013 ore 16:30

Lo SpoletoInternationalArtFair continua il suo articolato percorso con la presentazione di 5 mostre per un numero complessivo di 7 artisti.

Roberto Tigelli nell'intervista a Arte 24
Roberto Tigelli nell’intervista a Arte 24
Si parte da un luogo decisamente importante, la Chiesa di San Lorenzo Illuminatore, edificio concesso con estrema parsimonia dall’Arcidiocesi per la personale della Cibei, gallerista e artista romana conosciuta per le affinità pittoriche di Mario Schifano e la personale dello scultore Fabio Santori. L’appuntamento è previsto per le 16 e 30 e come al solito lo staff della prestigiosa manifestazione è al completo e in perfetto orario per la presentazione personalmente in successione di tutti i 6 artisti. Il Presidente Luca Filipponi, il Direttore artistico e critico Giammarco Puntelli, il Direttore marketing Michele Greco, gli addetti stampa, giornalisti e fotografi di prestigiose testate e reti come Arte 24, Tef, critici d’arte come Alessandra Lupo. Per il secondo appuntamento il trasferimento d’obbligo era alla Chiesa della Manna d’Oro nella quale a fare gli onori di casa c’era il Maestro triestino Roberto Tigelli, per la sua personale con opere d’arte della sua ultima collezione della Luce e qualche rarissimo pezzo della collezione del sentiero delle Acque. L’ultimo Tigelli confeziona astratti metafisici in cui la dimensione contemplativa diventa componente sempre più fortemente interpretativa. All’ingresso sulla sinistra ad esempio è esposto il suo San Giovanni Battista facilmente individuabile e riconoscibile immerso in una esplosione di tenui ma variabilissimi colori. Negli ultimi lavori l’esplosione è generale, totale, in un percorso della luce che stimola la fantasia e l’io dell’osservatore in un rapporto con l’opera d’arte che esclude ed annulla il ruolo del pittore in questo dialogo. Possiamo dire insomma che queste opere sono come uno specchio in cui l’osservatore ottiene indietro non la propria immagine esteriore ma quella interiore, sempre mutevole e nuova. Non a caso Tigelli è autore del manifesto dello SpoletoFestival Art della corrente edizione 2013, Expo che si terrà dal 27 al 30 settembre 2013 al Chiostro di San Nicolò.
Si passa dunque alla Sala orafi di Via Saffi in cui il Pittore romano Valerio Giuffrè custodisce in maniera molto apprensiva e orgogliosa, in particolare, un suo dipinto; il primo quadro statico della storia, secondo le sue originalissime considerazioni filosofiche. Di cosa si tratta? Di un dipinto diverso dal suo solito genere della “No art”, delle sue sole d’autore che vanno contro la provocazione dell’Arte. Solo le tonalità dei colori accesi restano uguali ma lo stile è diverso e un volto umano viene lasciato nei suoi veloci tratti a matita, a simboleggiare la staticità dell’uomo secondo il ragionamento presocratico della Scuola di Elea, che trova il massimo esponente in Zenone. Una provocazione filosofica all’imperante affermarsi della corrente di Aristotele… E la provocazione viene rilanciata anche dalla presenza di Tony Raggetti, il “No artista” che rappresenta l’arte con la semplice presenza. Tutta la carovana si muove poi verso l’ex Monte di Pietà per la presentazione della mostra storica antologica del celeberrimo Maestro toscano Sergio Scatizzi pittore tra i più amati a Firenze con l’esposizione di opere importanti e di altre inedite, mai esposte.
Per terminare si passa al Chiostro di San Nicolò dove ad attendere eccezionalmente fino alle 20 e 30 c’è Cecilia Piersigilli la pittrice ternana anello di congiunzione tra lo Spoleto International art Fair e Spoleto a Colori. Le tele della Piersigilli parlano piucchaltro dei paesaggi cittadini in cui l’azione dle tempo è marcatamente sentita. L’azione del tempo potremmo paragonarla alla giornata dell’affresco ma i cui pigmenti parlano con linguaggi di differenze nell’intensità cromatica che passa dal chiarissimo della luce solare del meriggio per terminare con il barlume della sera.

Sala orafi, Spoleto addì venerdì 3 maggio 2013, ore 16:30
Cambio della guardia, Giuffrè lascia le nicchie della Sala orafi all’Artista Alessandro Trani. Per l’occasione ha preparato dei paesaggi marini su misura. La mostra personale di questo artista è stata promossa dalla Galleria Astrolabio di Roma e resterà aperta fino al 18 maggio 2013. La mostra dell’Artista fiorentino Sergio Scatizzi all’ex monte di Pietà e quella del Maestro Roberto Tigelli alla Manna d’Oro resteranno aperte fino al 27 maggio 2013.

La manifestazione conferma la sua forte vocazione internazionale con l’obiettivo di arrivare nel 2014 con un 40 per cento di artisti e galleristi stranieri e per il 2015 per un 60 per cento , di cui circa la metà extra europei”.

Guarda il video su CANTATADACAMERA.

Galleria fotografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *