Teatro Politeama di Palermo.

Inaugurazione della 79α Stagione concertistica “Amici della Musica”: direttore d’orchestra Will Humburg.

Will Humburg, Maestro di Amburgo, protagonista nella direzione orchestrale di molti concerti e opere liriche, è salito anche sul podio del teatro Politeama di Palermo, in occasione dell’inaugurazione della 79α Stagione concertistica “Amici della Musica” che ha avuto inizio nel giorno 15 novembre.

Will HUMBURG
Il Direttore W.HUMBURG

Come sempre l’autenticità stilistica di Humburg tocca l’apice della sua maestria: un’interpretazione connotata dal dinamismo che lo hanno reso uno dei direttori d’orchestra più apprezzati al mondo.
Per il concerto inaugurale, il maestro sceglie due perle preziose del classicismo viennese: Franz Schubert e Wolfgang Amadeus Mozart.
Due i capolavori importanti, dedicati ai grandi compositori: la Sinfonia n. 8 in Si minore, conosciuta come “Incompiuta”, di Schubert e il Requiem in Re minore di Mozart.
Non si discute sulla prestigiosa presenza dell’organico orchestrale siciliano, quello del teatro Massimo Bellini di Catania che esegue gli unici due movimenti, “Allegro moderato” e “Andante con moto”, della sinfonia schubertiana.
L’esecuzione del Requiem vede sul palcoscenico il quartetto dei solisti rappresentato dal soprano Hee Jin Oh, dal mezzosoprano Josè Maria Lo Monaco, dal tenore Richardo Bernal e dal basso Aleksander Stefanoski insieme all’orchestra sotto la guida di Will Humburg, coadiuvato dal maestro del coro Tiziana Carlini.
Un Requiem ben articolato nell’ensemble che con “Lacrimosa” raggiunge il momento culminante dell’intimo pathos.
Diceva Mozart: “Se solo il mondo intero potesse conoscere la forza dell’ armonia…”, ma che vuol dire?
Certo il nostro orecchio non percepisce il valore, il significato dell’armonia, ma tale forza riesce comunque ad impadronirsi del fruitore, non nel senso tecnico, ma attraverso l’innescarsi di nuclei emotivi. Dunque è questo il risultato del lavoro di Humburg, dato dal suo carattere stilistico che è un contenitore di dinamismo, un connubio tra moto del corpo strettamente correlato al ritmo e al tempo della musica interpretata, riuscendo così a coinvolgere il pubblico emotivamente, che risponde con ovazione finale.

Anna Di Stefano

Una risposta a “Teatro Politeama di Palermo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *