WordPress 5.0 con Twenty Nineteen e Gutenberg.

WordPress è un CMS (content management system) sistema di gestione dei contenuti usato dal 32% degli utenti. Ha un numero considerevole di accessori con 45.000 plugins e 10.000 temi.
La versione epocale WordPress 5.0 è stata rilasciata in data 6 dicembre 2018 e ad oggi conta già 3.845.000 download.CMS WordPressDi appena 10,8Mb (zip file) WordPress 5.0 si installa in 5 minuti.
Come requisiti minimi indispensabili occorrono servers con versioni PHP 7.2 e MySQL version 5.6 – MariaDB version 10.0 o superiori.
Sono raccomandati Apache o Nginx come opzioni più performanti per WordPress.
Per l’installazione occorre fare un preventivo backup del sito perchè la versione 5.0 di WordPress stravolge completamente le vecchie versioni e c’è rischio di incompatibilità con il tema e i plugin usati.
Comunque sia, è necessario adeguarci e aggiornare a WordPress 5.0 in quanto la serie di aggiornamenti risolve i problemi di sicurezza e introduce nuove funzionalità.
Magari possiamo attendere la fine delle feste natalizie in cui verrà rilasciata una versione in cui saranno risolti i principali bug.

Caratterizzato da un nuovo editor a blocchi, l’editor Gutenberg basato il framework javascript denominato ‘react’, che amplia le possibilità grafiche del sito, ma pone molti problemi di compatibilità con temi e plugin.
Gutenberg non è un page builder ma un editor di testo, immagini, video, slideshow avanzato, che lavora sui blocchi.
E’ possibile vedere l’esempio di funzionamento al link: https://testgutenberg.com/
Il Classic Editor sarà supportato come plugin fino a tutto il 2021.

Default Theme: Twenty Nineteen
Il nuovo tema Twenty Nineteen Versione 1.0 di WordPress.org è stato rilasciato in data 9 dicembre 2018.
E’ un Gutenberg-ready theme e chiaramente gratuito (GNU GPL). Requisiti minimi di sistema versione WordPress 4.9.6. Nuove installazioni 50.000 – 4 stelle su 5 come ranking.
Pareri comunque molto discordanti dei nuovi utenti che lamentano una mancanza della usabilità mobile e semplicità grafica, dovuta intuitivamente alla novità e mancanza di familiarità di funzionamento introdotta con i blocchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *